DT1

INVESTIRE NELLA DIGITALIZZAZIONE – UN PASSO IN AVANTI PER LE AZIENDE

Quando si sente parlare di digitalizzazione dei processi aziendali, in molti casi ancora oggi le aziende italiane pensano di eliminare la carta, le scartoffie burocratiche e le chiamate ai clienti. Digitalizzare un’azienda, significa dare importanza alle informazioni che sono gestite da un sistema unico e renderlo accessibile, velocemente, a più utenti.

La trasformazione digitale delle piccole e medie imprese, non solo è sostenibile dal punto di vista economico ma comporta molti vantaggi:

  • Risparmio del fatturato
  • Accesso semplificato alle informazioni
  • Processi di business più efficienti
  • Incremento del vantaggio competitivo

Le PMI che più investono nella digitalizzazione hanno maggiori probabilità di internazionalizzarsi e di accedere a un mercato più ampio. Sempre più aziende stanno comprendendo l’importanza di rivedere le strategie di business e si stanno avvicinando alla digitalizzazione dei processi aziendali per ottimizzare l’efficacia di ogni attività e coinvolgere il consumatore, rendendo l’azienda capace di evolversi e restare sempre un passo avanti ai competitor. Tutto questo, però, è possibile solo investendo in nuove tecnologie (AreaLavoro è una di queste) per approfittare di tutte le opportunità offerte dall’era digitale.

L’investimento tecnologico da parte delle piccole e medie imprese, con l’obiettivo di digitalizzare il proprio processo produttivo, è un modo per rafforzare il business, incrementare la produzione e aumentare le opportunità di lavoro. Grazie alla riconversione digitale, l’impresa può rivolgersi a figure professionali importanti come il data analyst e il digital marketing specialist.
Ci sono ancora molte aziende italiane che ancora non includono nel loro organico tali figure, eppure l’analisi dei dati è importante ed aiutano l’azienda a mettere a punto un piano di business.

MIGLIORE SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

Eh si! Grazie alla digitalizzazione dei processi le aziende possono raggiungere la piena soddisfazione dei clienti, a patto di saper affrontare in modo nuovo le sfide organizzative che si trovano davanti.

MIGLIORE COMUNICAZIONE INTERNA ED ESTERNA

La digitalizzazione dei processi aziendali non si limita soltanto ad essere un fattore tecnologico, ma abituano i dipendenti, fornendo loro la formazione adeguata per una migliore comunicazione.

LE DECISIONI GIUSTE

Un altro beneficio portato dalla digitalizzazione dei processi aziendali è la possibilità di prendere decisioni in tempi inferiori, utilizzando i processi di collaborazione, automazione e gestione dei dati

SCONTRINO ELETTRONICO

SCONTRINI ELETTRONICI E TRASFORMAZIONE DIGITALE

Promuovere la trasformazione digitale è un’esigenza rivolta sia alle microimprese che alle piccole attività. I soggetti coinvolti nella digitalizzazione delle pratiche fiscali sono tenuti a gestire telematicamente i rapporti con la Pubblica Amministrazione, per tenersi a passo con i tempi riguardo i nuovi adempimenti oltre che a semplificare le pratiche di questo tipo.

Per le microimprese, le piccole attività commerciali e per tutte le Partite IVA che fino a questo momento sono state escluse dall’obbligo di fatturazione elettronica, è arrivato infatti il momento di avviare o completare la trasformazione digitale e scontrini elettronici.

Questo però potrebbe essere visto come opportunità di crescita. Anche per le imprese di piccole dimensioni, infatti, lo sviluppo del business non può più prescindere dall’adozione di tecnologie digitali per innovare la gestione aziendale. La prima scadenza è prevista per il 1° Gennaio 2020, relativa all’entrata in vigore dell’obbligo di emettere scontrini elettronici esteso a tutti gli esercenti, compresi coloro che realizzano un volume di ricavi limitato.

Questa data è da tenere in considerazione anche per i soggetti obbligati alla fatturazione elettronica, che nel 2020 potrebbe essere estesa anche ai soggetti con volume d’affari compreso tra i 30 e i 65mila euro, fino ad oggi esonerati. Da febbraio 2020 potrebbero diventare operativi anche gli ordini telematici obbligatori per le aziende del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e i loro fornitori, dopo la falsa partenza di Ottobre.